//
stai leggendo...
Armadi e cassetti, Copertine e biancheria

Copertina culla e carrozzina all’uncinetto

Questo è il primo tutorial del blog per la categoria “Armadio e cassetti”. Apprezzate lo sforzo e i mezzi poveri (banali foto fatte con il cellulare a una sola mano, senza grandi ritocchi, mentre faccio anche qualcos’altro). Magari a Natale chiederò in regalo una cam da tutorial a qualcuno, così filmerò tutte le mie prodezze, ma per il momento questo è quanto. ‘Na poesia…
Io non sono una grande tessitrice di complicazioni (neppure nella vita quotidiana) e raramente ho voglia o tempo di imparare chissà quali punti, ricami o cuciti, quindi vado di getto, per tentativi, a fantasia o per errore. In sostanza, amo improvvisare. Oggi vi propongo quindi una copertina ideata sul momento, realizzata con vecchi avanzi di lane miste e una fettuccia in lana scamosciata viola – che se vi piace vendo sul mio sito Pciux in diverse colorazioni (clicca qui per vedere o acquistare).IMG_20151118_123046.jpgComincio col dire che, per questo tipo di filo di lana, ho usato un uncinetto abbastanza piccolo perché volevo ottenere un effetto dei punti abbastanza stretto, in modo che la copertina fosse anche calda e non solo bellina. Più è grande l’uncinetto utilizzato su fili sottili, più mollo, aperto e lento è il tessuto finale, quindi vedete un po’ voi. Dipende dall’obiettivo che avete. Se vi piace meno fitta, solo per avere un bel capo da vedere, potreste ad esempio foderarla, a lavoro finito, con un tessuto più pesante, come la lana cotta: in questo modo, avreste una bella copertina dall’effetto caldo e coprente, con un decoro di abbellimento a vista lavorato all’uncinetto. Ma veniamo a noi e a questa copertina in particolare che io alla fine ho utilizzato e utilizzo ancora tantissimo…

Quante catenelle? Quante ve ne pare. Diciamo che dipende dalla dimensione del lettino o della culla per cui la fate e che, avendo ogni mamma il suo diverso punto di vista sulla coperta (stretta, lunga, da rimboccare oppure no, ecc.), è abbastanza inutile proporvi il numero “esatto” di catenelle, come invece vedo fare nella maggior parte dei tutorial. Io ho cominciato a farle e mi sono regolata a occhio mettendo la prima fila eseguita sopra alla carrozzina per cui intendevo utilizzare la coperta, considerando che avrei eseguito il lavoro dai piedi alle spalle e non da un fianco all’altro. Ecco, questo magari decidetelo prima di cominciare. Il tutorial comunque è piedi-spalle (o spalle-piedi, non cambia perché i punti sono simmetrici e a ripetizione continua) e non fianco- fianco.

Sintesi del lavoro
5 giri di maglie alte
2 giri di fori a maglie alte
1 giro di maglie alte
2 giri di fori a maglie alte
e si ricomincia dai 5 giri di maglie alte…

Fatte le catenelle, pescate il filo e iniziate a lavorare il primo dei 5 giri di maglie alte.Fatte le catenelle, pescate il filo e iniziate a lavorare il primo giro di maglie alte. Le foto che metto io partono a lavoro già avviato, quindi danno per scontato che sappiate già eseguire una maglia alta, però provo lo stesso ad aiutarvi con queste prime 7 foto.
Dalla catenella si pesca il filo e si entra nella catenella successiva. Prima di uscire dalla stessa catenella in cui si è entrati, si riafferra il filo. Si esce dalla stessa catenella d’ingresso e si riafferra il filo per farlo passare attraverso la prima delle due catenelle così ottenute, in modo che sull’uncinetto ne restino ancora due. Si afferra di nuovo il filo e si fa passare sulle due catenelle rimanenti, in modo da ripartire da una.

Questi punti vanno eseguiti allo stesso modo fino alla fine del primo giro.

Come si gira per tornare indietro ed eseguire il secondo dei 5 giri a maglia alta?
Anche qui, provo ad aiutarvi con le prossime 8 foto.
Quando finite il giro vi trovate col lavoro a destra. La prima cosa da fare è girarlo a sinistra. Il procedimento riparte a tre catenelle, poi, come prima, si pesca il filo e si entra nella catenella successiva. Prima di uscire dalla stessa catenella in cui si è entrati, si riafferra il filo. Si esce dalla stessa catenella d’ingresso e si riafferra il filo per farlo passare attraverso la prima delle due catenelle così ottenute, in modo che sull’uncinetto ne restino ancora due. Si afferra di nuovo il filo e si fa passare sulle due catenelle rimanenti, in modo da ripartire da una.

A ogni fine giro, va ripetuta questa operazione per 5 volte.

Come si fanno i due giri di fori a maglia alta?
Anche qui, provo ad aiutarvi con le prossime 7 foto.
Cominciate il giro eseguendo il procedimento precedente come se doveste fare un giro intero di maglie alte, ma fate soltanto 3 maglie alte. Dopo la terza, eseguite 3 catenelle ed entrate nella quarta maglia di sotto. Pescate il filo ed eseguite altre 3 maglie alte.

Procedete in questo modo fino alla fine del giro: quindi, 3 maglie alte e 3 catenelle, entrando sempre nella quarta del lavoro sottostante. L’effetto che otterrete dovrà essere simile a quello mostrato nella foto seguente. Per girare ed eseguire il secondo giro di fori, fate come prima: mettete il lavoro a sinistra e ripartite da 3 catenelle.

20151120_131854
Iniziate stavolta dal foro o dalle tre maglie alte, in base al lavoro sottostante: fate un foro se sotto avete le tre maglie alte oppure le tre maglie alte se sotto avete un foro e in questa alternanza proseguite fino alla fine del giro. Vedere le prossime 7 foto.

Terminati i due giri a foro, fate un giro di maglie alte prima di effettuare altri due giri a foro, dopodiché ricominciate il procedimento dai 5 giri a maglia alta ed eseguite gli stessi passi per la durata e la lunghezza che vi paiono opportune a completare l’opera!

Come si rifinisce il bordo e come si fanno i fiocchetti?
Per finire, scegliete un colore e una lana che vi piacciono per fare il bordo o cornice della copertina (io ho usato un verdone spesso lavorato con lo stesso uncinetto). Lavorate tutte maglie alte facendo banalmente il giro della coperta e aumentando di due, tre maglie gli angoli quando girate. A lavoro finito, fate prima i fiocchetti dove vi pare e del colore che volete e per fissarli alla copertina attorcigliateci attorno un filo di lana del colore che volete utilizzando un ago da lana. Fissate il filo in modo che fermi bene i fiocchetti e olé!

Io la lavo anche in lavatrice col lavaggio delicato a mano e il detersivo per lana. E’ ancora intatta! Buon lavoro! 🙂

Informazioni su Giorgia Petrini

Scrivo da quando ho imparato. Ho sempre fatto l'imprenditrice, da quando sono nata. Ho vinto un sacco di premi (tutti inutili) e ho abbandonato da tempo tutti i poteri forti. Sono mamma di Samuele e moglie di suo padre Marco. Ho scritto per il Sole24Ore e oggi scrivo su www.lascuolanonesiste.blog, sul mio blog personale, poco aggiornato, su Notizie ProVita, su La Nuova Bussola Quotidiana e ...dove è utile. Ho scritto tre libri "L'Italia che innova", "Il Dio che Non Sono" e "La Scuola Non Esiste", sull'educazione parentale, in vendita da dicembre 2018 online e in tutte le librerie (su ordinazione).

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Foto a casaccio

Non sono state trovate immagini Instagram.

Mamma creativa? Visita PCIUX!

Visita il mio sito per il fai da te!

Tutti i post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: