//
stai leggendo...
Cosa penso di certe cose, Da manager a mammager

Meglio mamma che sindaco.

qjtbqvnvCara Giorgia Meloni, innanzitutto tanti auguri! Ti è stato affidato il futuro del mondo: una cosa bellissima e di grande responsabilità. Molto più che fare il sindaco. Decisamente.
Per essere madri bisogna essere donne. E questo è già un potere: unico, inimitabile, impagabile. Una Vera Grazia. Meglio mamma che sindaco. Indubbiamente. Perché una mamma cresce le generazioni future, pensa a lasciare qualcosa di bello ai posteri, è provita per definizione, opera per la continuità del mondo, collabora alla creazione dell’universo, si fa da parte da vera protagonista, compie un atto di grande umanità. Giorno per giorno, notte dopo notte. Risponde ad esigenze chiare e immediate che un figlio manifesta all’istante, in quel momento: niente proclami non mantenuti o promesse a tempo indeterminato. E’ una roba da stare sul pezzo ogni secondo. Una mamma realizza la sua vera natura di donna. S’impiega nel mestiere più faticoso e arricchente che esista, talmente bello da farlo gratis per tutto il tempo e tutti i figli (tanti o pochi non importa) di cui essere madre le sarà data l’occasione. Una mamma è una donna a tempo pieno, una missionaria a tempo indeterminato, un’imprenditrice che si assume un sacco di rischi senza alcuna garanzia e che porta avanti un bilancio sicuramente passivo per un sacco di anni, assumendo su di sé l’incarico più importante e più bello di tutti: fare felice qualcun’altro. E non lo fa grazie a un referendum, alla sua bravura, alle elezioni o alla volontà di un figlio che la sceglie come madre, no. Lo fa solo per Grazia. E solo essendo grate di questo dono si può essere madri disposte a rinunciare serenamente a “tutto il resto”. Un resto fatto di “tempo per noi” che non sarà mai abbastanza, di “spazi nostri”, di appagamento personale, di competizione con gli uomini, con i genitori, con i colleghi, con i mariti, con il mondo, con le amiche. Ciò che non digeriamo in fondo è il fatto di non voler rinunciare a quel resto. Quel resto che un figlio ti toglie perché non gliene frega nulla di chi tu sia, occupandolo costantemente con le sue esigenze perché – a ragione – lo pretende da noi che siamo “la Sua mamma“. I nonni non sono la stessa cosa, non lo è una tata, non lo è il nido, non lo è la scuola. E proprio a chi si può permettere di scegliere, come me e come te, è affidato il grande compito di rendere il mondo partecipe di una scelta meravigliosa, quella di essere madri, e solo madri, che non è una rinuncia o un obbligo, ma un miracolo, un regalo, una missione. La più bella alla quale da donne si può essere chiamate. Meglio mamma che sindaco, fidati. Te lo dice una che hai conosciuto personalmente e che, come sai, guadagnava un sacco di soldi, aveva un sacco di responsabilità, di relazioni, di poteri forti. Non c’è niente di più bello che spogliarsi di tutto questo per essere mamme a tempo pieno perché, prima o poi, alla differenziata qualcuno ci penserà. E, se non ci avrai pensato tu, qualcuno che non sei tu penserà anche ai tuoi figli, se tu sarai stata troppo occupata con te stessa. Perché alla fine, diciamocela tutta, per una città un sindaco si trova. Ne va quasi bene uno qualunque. Il vero problema siamo noi donne e quel resto a cui non vorremmo mai rinunciare, quel fare anche qualcosa d’altro perché se no sembra che si valga meno. Ed è un peccato. Perché quando abbiamo tra le mani la nostra vera natura e il potere più grande che ci è stato affidato, gira gira, andiamo sempre in cerca di cose più piccole, del tentativo di dimostrare non si sa a chi, né per quale motivo, che possiamo fare tutto, che siamo fighe, che siamo forti. Che lenze. Meglio mamma che sindaco. “Lascia fa” dice Brignano. Stai a casa e cresci un figlio che sappia dove buttare la plastica invece di fare secchi nuovi per tutti quelli che (forse cresciuti senza madri?) continueranno a buttare la carta nel secco residuo e il vetro nell’umido. Allora sì che, forse, avremo qualche speranza di vivere in città più pulite e di essere tutti più contenti del lavoro che avremo fatto. Servono più mamme che stiano a casa, non più sindaci. Meglio mamma che sindaco. Je se fa, dammi retta. E tante buone cose, diceva mia nonna a tutti.

Annunci

Informazioni su Giorgia Petrini

Scrivo da quando ho imparato, imprendo dal 2000, bloggo dal 2004 e faccio cose con le mani dal 2010 (www.pciux.it). Ho vinto un sacco di premi (tutti inutili) e ho abbandonato da tempo tutti i poteri forti. Mamma a tempo pieno di Samuele e follemente innamorata di suo padre Marco, scrivo qui, sul mio blog (https://giorgiapetrini.me/), su Notizie ProVita e su La Nuova Bussola Quotidiana. Ho scritto due libri che riscriverei, "L'Italia che innova" e "Il Dio che Non Sono", e ho in un punta di penna il terzo che nessuna donna avrebbe mai il coraggio di scrivere. Appena posso comincio... Intanto ho aperto anche il blog lascuolanonesiste.wordpress.com.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Foto a casaccio

#penniche di #primavera #cresceredormendo Dai #soffioni di primavera a Rocca di Papa al #biliardino a Fioranello. Storia di un'#infanzia a colori... 💞 Il bimbo #unschooler di quasi  diciassette mesi ha costruito una città. Dalla fatica gli ci sono venuti i capelli.... #brizzolati... Noi che la #montessori la sappiamo a memoria e sperimentiamo fino all'ultimo secondo... #familytime #unschooling #unschooler #nessundorma 😷💪👀👂👣👏🏃⌛Buonanotte. Buona Pasqua di Resurrezione a tutti! Noi siamo pronti per andare a letto #prontissimi #familytime #familyfun #unschooler #nessundorma 💪👀💃 #babyroomideas #familyfun #cresceregiocando #babyroomideas #familyfun #cresceregiocando

Mamma creativa? Visita PCIUX!

Visita il mio sito per il fai da te!

Tutti i post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: